Sempre più complesso, il nostro mondo interconnesso presenta nuove sfide ai genitori, che si trovano di fronte a questioni fino ad ora mai affrontate. Come spiegare i social network ai bambini? Come proteggere la loro privacy su internet? Come insegnare ai più piccoli un uso consapevole degli strumenti che hanno a disposizione, senza derubarli del piacere della scoperta? Ha provato a rispondere Benedetta Frezzotti, che da anni si occupa di illustrazioni, applicazioni ed editoria per bambini, con il libro “Le mie Stories” edito da Edizioni Piuma

“Le mie Stories”: genitori, bambini e social network

Questo libro per bambini, illustrato dalla stessa Benedetta Frezzotti, racconta la storia del piccolo Daniele e di una rivelazione che sconvolgerà i suoi genitori. “Da grande farò l’Instagrammer” scrive Daniele in un tema, lasciando esterrefatti la maestra, la mamma e il papà. Cosa fare quando tuo figlio dice una frase del genere? Come spiegare i social network ai bambini, come funzionano, i pericoli che rappresentano, senza tagliarli fuori da quel mondo virtuale che inevitabilmente farà parte della loro vita?

I genitori di Daniele trovano una soluzione nel raccontare al piccolo la storia della fotografia, nell’aiutarlo a coltivare questa passione, nell’insegnare a lui e ai suoi amici il valore dell’impegno in qualsiasi mestiere, compreso l’Instagrammer. I bambini (Daniele e il suo gruppo multiculturale di amichetti Su, Vani e Doriano) imparano settimana dopo settimana, pagina dopo pagina, che per raggiungere qualsiasi obiettivo ci vogliono impegno, passione e regole. I genitori fissano paletti sull’età minima per l’iscrizione ai social network e intanto insegnano ai bambini importanti lezioni sul valore dell’immagine, sulle fake news, sull’immigrazione, perfino sulle molestie, sempre attraverso il filtro puro e naturale non di Instagram ma della mente creativa e ricettiva dei più piccoli. 

Spiegare i social network ai bambini e non solo

Leggere “Le mie Stories” è sorprendentemente utile anche per i genitori e per gli adulti in generale. Grazie alla deliziosa collaborazione con Edizioni Piuma, ho avuto l’occasione di scoprire questo libro dalle illustrazioni accattivanti, che sa insegnare molto sul nostro rapporto con i social network anche agli adulti. Attraverso lo sguardo innocente di Daniele scopriamo le insidie del raccontare una storia a metà, dell’invadere la privacy altrui con foto troppo intime, del raccontare bugie sui social. E con Daniele, e con questo libro per bambini, ci ricordiamo anche del perché sia nato Instagram, e i social in generale: per connetterci, per unire chi ha la stessa passione, per raccontare le nostre storie da una prospettiva unica e per questo mai assoluta. “Giuri solennemente […]di essere consapevole che quando inquadri qualcosa per fotografarla stai lasciando fuori tutto il resto e che quindi una foto è solo parte di una storia, la parte che tu hai scelto di raccontare?” chiede la mamma, quando Daniele riceve finalmente la sua prima fotocamera. Daniele ha giurato. E noi?

Il libro “Le mie Stories” di Benedetta Frezzotti, edito da Edizioni Piuma, contiene QR Code da inquadrare per scoprire curiosità su internet (sempre insieme ad un adulto) in merito alla storia della fotografia e ai social. Lo trovate su tutti gli store online e in libreria.