Game of Thrones 8x02: 45 dettagli e teorie sulla seconda puntata

23 aprile 2019


A un primo sguardo, la recensione di Game of Thrones 8x02 appare abbastanza impietosa: una puntata lenta, fatta soprattutto di dialoghi, e dopo la prima puntata dell'ottava stagione tutti speravamo in un po' di azione. Ma questa, secondo lo speciale rilasciato da HBO, è una dichiarazione d'amore ai personaggi della serie e come tale va analizzata. Tutti raccolti a Grande Inverno, i nostri protagonisti e personaggi secondari mostrano in questo episodio un volto nuovo, quello più umano e vero. 


Ecco 45 dettagli e teorie su Game of Thrones 8x02 che forse non avete notato a una prima visione. 



ATTENZIONE SPOILER!!!


1. Il titolo. Seppure, per un errore tecnico di HBO, apparsa sia in Italia che in America con la semplice dicitura "Episodio 69", il vero titolo della seconda puntata è A Knight of the Seven Kingdoms. Il titolo si riferisce evidentemente a Brienne: la donna gigante di Game of Thrones diventa qui ufficialmente un cavaliere. A Knight of the Seven Kingdoms (in italiano Il Cavaliere dei Sette Regni), però, è anche il titolo di uno spin-off scritto da George R. R. Martin, composto da 3 racconti che hanno come protagonisti Ser Duncan l'Alto e il suo scudiero Egg. Ser Duncan è stato identificato dallo stesso autore della serie come un antenato di Brienne, con cui condivide la statura ma anche la bontà d'animo e la (rarissima in Game of Thrones) timidezza con l'altro sesso. Egg altri non è che Aegon Targaryen sotto copertura, che qualche anno dopo diventerà Re Aegon V detto l'Improbabile. Anche nell'ultima stagione di Game of Thrones è presente almeno un Aegon Targaryen sotto copertura (Jon Snow). 

2. L'intro. Anche stavolta l'intro della puntata 8x02 cambia: attorno a Grande Inverno compaiono trincee, rostri e frammenti di vetro di drago a difendere i personaggi che vi dimorano, che poi vedremo realmente durante la puntata. 

3. La puntata di Game of Thrones 8x02 si apre con una sorta di tribunale indetto da Daenerys e dagli Stark per giudicare Jaime Lannister e decidere se permettergli di rimanere a Grande Inverno. Quando Dany parla di "storie della buonanotte" in cui il fratello le parlava dell'uomo che aveva ucciso il Re Folle loro padre, si riferisce a dialoghi realmente presenti nel primo libro del Trono di Spade tra lei e Viserys. 

4. Quando Tyrion parla a difesa del fratello, Daenerys allude alla possibilità che i due siano d'accordo per tagliarle la gola. Potrebbe riferirsi agli "altri piani per la ragazza Targaryen" di cui Qyburn parlava nel primo episodio della stagione 8

5. Quando anche Sansa attacca Jaime ricordando il male che ha fatto a Ned e agli Stark, Jaime sostiene che non chiederà scusa e che se tornasse indietro ripeterebbe tutto e Bran pronuncia la frase "The things we do for love" riecheggiando l'ultima battuta di Jaime alla fine della primissima puntata appena prima di gettarlo giù dalla torre. In un certo senso, fuor di metafora e al di là di ogni sarcasmo, quel gesto è stato veramente fatto per amore. Se la notizia dell'incesto dei Lannister fosse trapelata, sia Cersei che i suoi tre figli sarebbero stati messi a morte da Re Robert. Nei libri, Jaime ripete più volte di non aver mai avuto paura della morte e quindi, anche in quel caso, il suo è stato un gesto malvagio compiuto per salvare degli innocenti. 

6. Spiegando le proprie ragioni, Jaime si volta verso Brienne e dice "This goes beyond loyalty", ripetendo esattamente le stesse parole della donna nella puntata 7x07.

7. Brienne definisce Jaime "A man of Honor" (un uomo d'onore). L'episodio 2x07, che si intitola "Un uomo senza onore", marca il primo incontro tra i due. 

8. Notoriamente timida e obbediente, Brienne si espone pubblicamente per difendere Jaime: l'attrice che la interpreta, Gwendoline Christie, ha definito questo momento "Ciò che più si avvicina a una dichiarazione d'amore da parte di Brienne". 

9. Se nella prima puntata Jon, ex Re del Nord che era ritornato con una nuova Regina, sedeva al centro del tavolo, adesso è Daenerys a occupare quel posto, indicando come gli equilibri di potere siano cambiati a Winterfell. Jon viene qui definito per la prima volta "protettore del Nord".

10. Quando Verme Grigio restituisce la spada a Jaime, si sente il tema Kingslayer che, curiosamente, non segue il personaggio in ogni sua scena ma solo in quelle con Brienne. Sentiamo per la prima volta il tema nella puntata 3x05, durante la famosa scena della vasca da bagno, e ancora nella puntata 6x08, quando i due si rincontrano a Delta delle Acque. Ciò simboleggia che il vero Jaime è quello che conosce Brienne, l'unica a sapere il motivo per cui ha ucciso il Re Folle diventando appunto un Kingslayer

11. La spada di Jaime è Lamento di Vedova, precedentemente appartenuta a Joffrey. Insieme a quella di Brienne, Giuramento, costituisce la seconda metà della formidabile spada in acciaio di Valyria di Ned Stark, Ghiaccio. 



12. Tyrion dice a Varys e Jorah che "sospetta che uno dei due indosserà la spilla (di Primo Cavaliere) prima che sia tutto finito". Forse un anticipo della sua morte in questa stagione? Oppure, se le mie teorie sono corrette e sarà proprio lui a sedere sul Trono di Spade come reggente, darà a uno dei due il titolo.

13. La scena tra Gendry e Arya, mentre lui forgia nuove armi per i soldati e il popolo di Winterfell nella fucina, ne rispecchia una quasi identica nella stagione 2, quando i due personaggi erano prigionieri ad Harrenhal.

14. Arya fa domande molto precise a Gendry su come si muovano e come sia possibile uccidere gli Estranei, forse alludendo alla possibilità che sia lei a dare il colpo mortale al Re della Notte. 

15. Quando Arya parla delle "molte facce della Morte" si riferisce ovviamente al suo periodo di addestramento con gli Uomini Senza Volto a Braavos. 

16. Quando Jaime chiede a Bran "Cosa accadrà dopo" e lui risponde "Cosa ti fa pensare che ci sia un dopo?" potrebbe riferirsi non alla sconfitta dei vivi, ma semplicemente alla possibile morte di Jaime. 

17. Nel dialogo tra Jaime e Tyrion sulle mura di Grande Inverno, i due ripetono la frase "Immaginavo di morire nel mio letto, all'età di 80 anni, con la pancia piena di vino e una donna che mi succhia l'uccello", che Tyrion pronuncia per la prima volta nella stagione 1, quando incontra i selvaggi della Valle nella quinta puntata. 

18. Tyrion dice che "Magari una volta morto, marcerà verso Approdo del Re per distruggere Cersei", riferendosi sia alla teoria che lui sia il Valonquar sia alla possibilità che le inevitabili vittime della puntata 8x03 siano risvegliate dal Re della Notte e lo accompagnino nella sua marcia verso sud. 

19. Sansa dice a Daenerys "Men do stupid things for women" (Gli uomini fanno stupidaggini per le donne" riferendosi chiaramente agli errori di Robb, che teme Jon possa ripetere. 

20. Jaime e Theon ripetono quasi le stesse identiche parole a Brienne e Sansa rispettivamente. "I'll fight under your command, if you'll have me" e "I'll fight for Winterfell, if you'll have me". Entrambe risuonano come una sorta di dichiarazione d'amore a donne che hanno, in passato, offeso con le parole o con le azioni.

21. Gilly dice a una donna del popolo di scendere giù nelle cripte perché "sono il posto più sicuro in assoluto". Da quello che abbiamo visto nei trailer della stagione 8, probabilmente non lo saranno. 



22. La bambina col volto sfigurato che intende "difendere le cripte" ricorda a ser Davos la piccola principessa Shireen. 

23. Durante la puntata, Winterfell utilizza gli stessi segnali sonori del Castello Nero: eliminato il segnale per i Bruti, uno squillo di corno indica l'arrivo di cavalieri e tre squilli, a fine puntata, quello degli Estranei. 

24. Apprendiamo finalmente chi sia il target a cui si è riferito l'attore che interpreta il Re della Notte in un'intervista dei mesi passati: sta cercando Bran, memoria collettiva dei viventi, per accelerarne la scomparsa e l'arrivo di una Notte Eterna. Ricompare per la prima volta anche il Marchio, impresso sul braccio di Bran durante la puntata 6x05.

25. Quando Arya chiede se il Re della Notte possa essere annientato col fuoco di drago, Bran risponde che "nessuno ci ha mai provato prima", confermando che nel prequel, ambientato proprio durante la Lunga Notte, non appariranno draghi. 

26. Edd, Jon e Sam pronunciano la frase "E ora la mia guardia ha inizio", parte del giuramento dei Guardiani della Notte, proprio davanti a una barriera: non più quella di ghiaccio, ma quella delle mura di Grande Inverno. Nella stessa scena, Edd dice "L'ultimo che rimane vivo bruci gli altri", la stessa frase che aveva detto a Jon, Sam, Grenn e Pyp nella puntata 4x09. Era poi stato lui stesso a bruciare i corpi senza vita di Grenn e Pyp. 

27. Quando Brienne entra nella sala in cui Jaime e Tyrion stanno chiacchierando, Jaime si alza immediatamente e il fratello osserva la sua reazione. Lui è l'unico ad aver mai visto Jaime innamorato di qualcuno. 

28. La storia di Tormund, allattato da una gigantessa, non è stata creata appositamente per la serie: viene raccontata dallo stesso personaggio nel libro Tempesta di Spade

29. Poco prima del suo incontro con Gendry, vediamo Arya tirare delle frecce con estrema precisione, proprio come nel primissimo episodio di Game of Thrones



30. L'arma che Arya si è fatta costruire è una lancia molto simile a quella che il Re della Notte ha usato per uccidere Viseryon e a quella di Oberyn, durante il suo scontro con la Montagna. Arya potrebbe uccidere entrambi in quest'ultima stagione

31. Gendry fa riferimento a un dialogo della terza stagione, quando Arya gli aveva chiesto di andare con lei a Winterfell e lui si era rifiutato per rimanere con la Fratellanza Senza Vessilli. 

32. Nella stessa scena, Gendry rivela ad Arya la sua vera identità, riecheggiando la scena in cui lei ha fatto lo stesso nella seconda stagione. 

33. L'unione tra Gendry e Arya ricorda la primissima puntata di Game of Thrones, quando proprio nelle cripte di Grande Inverno, Robert ha detto a Ned "Io ho un figlio, tu hai una figlia: uniremo le casate". In quel caso, Re Robert si riferiva a Joffrey e Sansa.  

34. Mentre Arya si spoglia, ricompaiono alcune delle cicatrici lasciatele dall'Orfana a Braavos, nella sesta stagione. 

35. Tyrion ripete più e più volte che lui e Jaime (e molti altri nel corso dell'episodio) hanno in precedenza combattuto contro gli Stark e adesso si trovano lì a difendere Grande Inverno. Forse l'ennesimo riferimento a un suo possibile tradimento? Questa è l'ipotesi più accreditata tra le teorie sulla puntata 8x02.

36. Quando Jaime nomina cavaliere Brienne, la cerimonia è molto simile a quella di un matrimonio. Brienne ottiene qualcosa che ha sempre desiderato senza mai ammetterlo, Jaime nomina i Sette Dei e i testimoni applaudono alla scena. Nello speciale HBO dedicato al secondo episodio, i produttori raccontano che Nikolaj Coster-Waldau, l'attore che interpreta Jaime, era così concentrato sul personaggio da aver realizzato la scena in una sola ripresa: non sarebbe riuscito a convogliare di nuovo la stessa emozione.



37. In momenti diversi, Jaime e Brienne sono stati entrambi parte della Guardia del Re, tra i cui giuramenti c'è quello del celibato. Il tema dell'onore e del cavalierato ricorre nell'arco narrativo di entrambi e li unisce indissolubilmente, come unico matrimonio che entrambi abbiano mai effettivamente consumato (finora). 

38. Dopo essere stata nominata cavaliere, Brienne di Tarth sorride per la prima volta in tutta la serie. 

39. Jorah, dopo aver lasciato a Jon la spada in acciaio di Valyria di suo padre nella settima stagione, ne riceve un'altra da Sam: Veleno del Cuore, la spada di casa Tarly. Giura di brandirla per "difendere i reami degli uomini", una frase che fa parte del giuramento dei Guardiani della Notte. Il padre Jeor Mormont lo aveva pregato di unirsi ai Guardiani anni prima, ma lui aveva scelto l'esilio a Essos. 

40. La scena in cui Podrick canta mentre i personaggi si preparano e si dicono addio prima della battaglia, ricorda quella in cui Pipino fa lo stesso ne Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re. Il regista dell'epica battaglia in Game of Thrones 8x03 ha dichiarato di essersi ispirato proprio al film. 



41. Neanche la scelta della canzone è casuale. Jenny di Vecchie Pietre, protagonista della ballata presente anche nella saga letteraria di George R. R. Martin, era la moglie di Duncan Targaryen, che dichiarava di discendere dai Figli della Foresta e per cui Duncan rinunciò al Trono. Fu proprio Jenny di Vecchie Pietre, o meglio la maga albina che portò con sé a corte, a profetizzare che il Principe-che-fu-Promesso (o Azor Ahai) sarebbe nato dalla discendenza di Aerys e Rhaella Targaryen. Non a caso, alla fine della canzone la scena torna sui tre personaggi più papabili per il ruolo di Azor Ahai: Daenerys, Jon e Rhaegar. 

42. Quando Daenerys dice che aveva sentito racconti su suo fratello Rhaegar, si riferisce a Ser Barristan Selmy che, sia nei libri che nella serie, le parlava spesso del principe. 

43. Molti fan sono rimasti sorpresi dalla reazione di Daenerys nel sapere di essersi innamorata di suo nipote, ma la sua reazione è perfettamente normale. Non solo l'incesto è sempre stato praticato dai Targaryen, ma Daenerys stessa, nel suo primissimo capitolo del primo libro della saga, dice che ha sempre pensato di dover sposare suo fratello Viserys (bleah). 

44. Il dialogo tra Jon e Daenerys nelle cripte evidenzia le caratteristiche dei due personaggi: l'onore di lui, che non vuole morire senza aver detto la verità, e la sete di potere di lei, che non vuole credere alla rivelazione. 

45. Quando i due escono sulle mura al suono del corno, appaiono brevemente in fila con Tyrion. Ciò potrebbe confermare la teoria delle tre teste del drago, secondo cui anche Tyrion sarebbe segretamente un Targaryen. 



Insomma, questi i dettagli e le teorie sulla seconda puntata dell'ottava stagione di Game of Thrones. Da molti definita "infarcita di fan service", la puntata è in realtà pregna di simbolismo e carica di momenti importanti per lo sviluppo dei personaggi e in particolare di Brienne e Jaime, vero baricentro emotivo della puntata. Tutte le coppie attualmente formatesi (Jaime e Brienne, Jon e Daenerys, Gendry e Arya) seguono infatti il naturale percorso narrativo dei personaggi fin dalla prima stagione dello show e dal primo libro di George R. R. Martin



Avevate notato tutti questi dettagli? Quali sono le vostre teorie sulla seconda puntata? Cosa vi aspettate dalla sanguinosa puntata 8x03?




Posta un commento

La mia gallery su Instagram