Vivere e viaggiare: cosa c’è di meglio al mondo? Ma se tutti amano andare in vacanza per qualche giorno e staccare la spina dalla vita quotidiana, viaggiare vivendo è un vero stile di vita, che richiede impegno e una certa determinazione ma può dare grandissime soddisfazioni. Da New York alla Malesia, dalla Romania al Giappone, in ogni angolo del mondo si possono vivere viaggi e avventure che cambieranno il tuo modo di pensare e di essere per sempre. Per capire meglio come diventare travel blogger, cosa vuol dire viaggiare vivendo in posti straordinari con la valigia sempre pronta, e trovare una propria stabilità in una vita da globetrotter, ho parlato con Alessia Siena

Stilista di bikini con base a Milano, Alessia si è sposata da poco e ha trovato nel neomarito un perfetto compagno di viaggio: insieme stanno scoprendo come diventare travel blogger e gestire un’impresa digitale da ogni parte del mondo, cogliendo ogni occasione per vivere nuove avventure. Le ho fatto 8 domande per voi!

Come diventare travel blogger? Per te è stato un caso o hai scelto di seguire un percorso ben preciso?

Viaggio ormai da molti anni, ho anche lavorato per un
periodo in un’agenzia di viaggi e scoprire il mondo è sempre stata una mia
grande passione. E quindi quando mi hanno proposto la prima collaborazione, ho
detto “Ma sì, perché no? Ho già fatto della mia più grande passione il mio
lavoro, perché non farlo anche per quello che per me è una linfa vitale?”.

Esatto, perché prima di diventare una travel blogger sei una stilista. Come si coniuga la gestione della tua azienda con la vita da viaggiatrice?

Perfettamente direi, anche perché viaggiare non mi impedisce
di continuare a fare il mio lavoro, ho comunque sempre viaggiato tantissimo e
non mi inibisce dal mostrare ogni giorno i miei capi, quindi non c’è niente che
impedisca la cooperazione dei 2 lavori.

1.   Vivere, viaggiare, gestire la tua azienda e il tuo matrimonio: quali sono le difficoltà che incontri nella vita di tutti i giorni?

L’unica difficoltà che posso riscontrare è la stanchezza
fisica ma per il resto, la mia azienda la posso gestire da qualsiasi parte del
mondo essendo un’azienda 2.0, lavorando e vendendo on line. Per quanto riguarda
il mio matrimonio, mio marito lavora con me ed è sempre al mio fianco e
lavorare insieme ci ha uniti ancora di più.

Hai mai viaggiato da sola? E nella tua scelta di diventare travel blogger e viaggiare vivendo, quanto è stato importante trovare il giusto “compagno di viaggio?”

Anni fa ero andata da sola a New York, però avendo
trovato il mio perfetto compagno di viaggio
, direi che con lui ogni viaggio
diventa magico.

Tra i tuoi tanti viaggi e avventure nel mondo, quale luogo ti è rimasto nel cuore e perché?

Sono assolutamente legata a New York, penso sia il mio posto nel
mondo, ci vado molto spesso, sia per lavoro che per piacere (ho ricevuto lì la
mia proposta di matrimonio e ho fatto lì il mio addio al nubilato) ed è quel
posto nel mondo in cui mi sento totalmente me stessa. Un viaggio
indimenticabile
invece è stato senza dubbio quello in Malesia, un paese
meraviglioso che varrebbe davvero la pena visitare almeno una volta nella vita.

Quali sono i prossimi progetti per te e tuo marito?

Nei miei progetti futuri c’è sicuramente di impegnarmi a
molto per sviluppare la mia nuova carriera di Travel Blogger e ho già vari
viaggi programmati in Romania, Istanbul ecc oltre al viaggio di nozze in
Giappone, che non vedo letteralmente l’ora di fare!

Sul tuo blog è possibile scaricare la guida “Viaggiare vivendo”: cosa possiamo aspettarci da questa lettura?

La mia guida spiega in modo chiaro e semplice 10 piccoli
trucchi per viaggiare il doppio spendendo la metà
, perché per me viaggiare vuol
dire vivere
e più si viaggia più si ha la possibilità di vivere davvero.

Pensi davvero che, con il giusto atteggiamento e una buona dose di determinazione, chiunque possa vivere e viaggiare come stai facendo tu?

Assolutamente sì, per me qualsiasi cosa si voglia si può
fare. L’unica cosa che conta davvero è fare ciò che si vuole. Se volete passare
la vita viaggiando
, fatelo: niente e nessuno può impedirvelo. 

Alle parole di Alessia Siena, mi sento solo di aggiungere che qualsiasi cosa si voglia si può fare con il giusto impegno. Diventare travel blogger, come qualsiasi altro lavoro, richiede una grande dose di passione ed entusiasmo ma anche la voglia di imparare continuamente e migliorarsi, studiare e fare esperienza. La guida di Alessia, “Viaggiare vivendo”, è il giusto punto di partenza per imparare a vivere i viaggi e le avventure che avete sempre sognato: scaricatela cliccando qui! 🙂 

Photo courtesy: Alessia Siena