Altaroma 2018 parte 2 - La couture in 3 sfilate della capitale

Da sinistra: una creazione di Sylvio Giardina, una di Robert Abi Nader e una dalla sfilata International Couture

Altaroma è sperimentazione, connubio di culture, esaltazione delle nuove tecnologie nella moda e della ricchezza di suggestioni estetiche che alimentano l'immaginario di stilisti emergenti e affermati. Ma soprattutto, sempre, Altaroma è alta moda che invade la capitale con i suoi abiti da sera opulenti, con i suoi couturier dalla fantasia instancabile, con il luccichio e la meraviglia di creazioni uniche. Per questo oggi voglio raccontarvi 3 sfilate di moda che hanno colto l'essenza della couture e l'hanno mostrata in tutta la sua bellezza ad Altaroma 2018.

1. Le sirene innamorate di Sylvio Giardina
Parigino di origini siciliane, Sylvio Giardina ha portato ad Altaroma 2018 la sua haute couture autunno inverno 2018-19 chiamata semplicemente - ma emblematicamente - Lovers. Le donne che sfilano sulla sua passerella sono avvolte in abiti da sera fluttuanti, le cui linee fluide e armoniose ricordano delle sirene. Dalle profondità cangianti del mare arrivano anche le tonalità che dominano la collezione: dall'intensità del verde petrolio al romanticismo dell'acquamarina. Plissé, ruches e volant danno movimento ad abiti haute couture in cui lo chiffon, l'organza e il tulle trovano la loro massima espressione. Amore e magia, mare e passione: è la collezione alta moda di Sylvio Giardina, che culmina nello splendido abito da sposa







2. L'haute couture libanese di Robert Abi Nader
Una delle sfilate più attese in questa edizione di Altaroma 2018 è stata quella del libanese Robert Abi Nader. Da anni ormai, il Libano è terra fertile per i talenti dell'haute couture, con il loro stile opulento che unisce suggestioni orientali e una teatralità senza pari. Per la prima volta in Italia, lo stilista ha portato ad Altaroma la sua Mimo Collection per il prossimo autunno inverno. Ognuno dei 45 abiti da sera è un'opera unica, realizzata con tulle seta e organza e impreziosita da cristalli, fiori di resina, lavorazioni al laser. Tessuti preziosi, trasparenti e traslucidi, si modellano sul corpo femminile in splendide linee a sirena e sfarzosi modelli di abito da sposa






3. La sfilata d'alta moda International Couture
Arrivano da Napoli e da Palermo, da Beirut e da Mosca, gli 8 stilisti selezionati per la sfilata d'alta moda International Couture. Altaroma 2018 ha dedicato ampio spazio a questa iniziativa dell’Istituto culturale Italo-Libanese, con il Patrocinio dell’Ambasciata del Libano in Italia. Raso e seta, tulle e chiffon, piume di struzzo e cristalli raccontano l'alta moda per ognuno di questi stilisti, che hanno presentato 8 collezioni estremamente diverse ma tutte all'insegna dell'eleganza. Abiti da sera sinuosi, preziosi gioielli e accessori unici che raccontano la svolta internazionale di Altaroma


Abito da sposa Abed Mahfouz (Beirut)

Finale di sfilata Bailiss (Mosca)

Abito in seta Daniela Danesi (Napoli)

Dettaglio di un abito Emilio Ricci (Roma)

Gioielli Giusy Donini Giujoux (

Finale di sfilata Paola Filippone (Palermo)

Abito da sera Silvia Nobili (Roma)

Abito Sofia Alemani (Milano)

Si ringraziano Altaroma, Maria Christina Rigano, Spazio Margutta, Sylvio Giardina press office