Golden Globes 2018, perché tutti parlano degli abiti lunghi neri delle star?

Laura Dern, Nicole Kidman, Zoe Kravitz, Reese Witherspoon, Shailene Woodley (Big Little Lies), tutte in total black

I Golden Globes 2018, come tutti gli altri, saranno ricordati non per i film e le serie tv in gara né per gli attori che si sono aggiudicati la statuetta, ma per gli abiti lunghi neri sfoggiati dalle star. Stavolta, però, il motivo è ben più serio delle solite classifiche di chi si è vestita meglio e delle classiche domande "di chi è il vestito da cerimonia che indossi?". Stavolta le scelte in fatto di look sul red carpet sono state il manifesto di un'unione mai vista prima: tutte le donne presenti ai Golden Globes (con qualche rarissima eccezione) si sono presentate in total black. Non una scelta di stile, ma una protesta compatta contro l'inequità, la disparità di trattamento e le molestie che le donne ancora ricevono a Hollywood e non solo. Dopo lo scandalo del caso Weinstein, si sono susseguite denunce e accuse da parte di chi, finalmente, ha smesso di tacere sulle molestie subite. 
Time's up: il tempo è scaduto. Questo il nome del movimento che è stato ufficialmente inaugurato proprio sul red carpet dei Golden Globes 2018, volto a garantire sostegno economico e psicologico a ogni donna che abbia mai subito molestie, maltrattamenti e disparità per la sola colpa di essere donna e che abbia avuto il coraggio di denunciare. Il tempo è scaduto per i soprusi, per i silenzi e per il dominio maschile nel mondo del cinema e non solo. Lo hanno dimostrato i discorsi delle star sul palco, da Barbara Streisand all'osannata Ophra Winfrey, dalla frase, tanto breve quanto acuta, di Natalie Portman al discorso appassionato di Laura Dern
Abiti lunghi neri, sensuali a sirena o principeschi e vaporosi, sontuosi o minimal, e perfino tuxedo: il minimo comun denominatore dei look sul red carpet è stato il total black. E se qualcuna è riuscita a dimostrare che perfino con un semplice tubino nero ci si possa vestire male, stavolta non importa. 

Alessandra Mastronardi (Master of none), dettaglio beauty e gioielli

Alessandra Mastronardi sul red carpet in total black Chanel

Alexis Bledel (The Handmaid's Tale), in completo pantalone Oscar de la Renta

Angelina Jolie (regista di Per primo hanno ucciso mio padre), dettaglio beauty e gioiello

Angelina Jolie in abito lungo nero Atelier Versace

Claire Foy (The Crown) in tuxedo Stella McCartney

Dakota Johnson in abito lungo Gucci

Emilia Clarke (Game of Thrones) in tubino Miu Miu

Ewan McGregor (miglior attore in Fargo)

Gwendoline Christie (Game of Thrones)

Katherine Langford (Tredici) in abito lungo nero di Prada

Kit Harington (Game of Thrones)

Margot Robbie (I, Tonya) in Gucci

Millie Bobby Brown (Stranger Things) in Calvin Klein

Milo Ventimiglia (This is us)

America Ferrera e Natalie Portman in Louis Vuitton

Nicole Kidman (Big little lies) in Givenchy

Nikolaj Coster Waldau (Game of Thrones)

Reese Witherspoon (Big little lies) in abito da cerimonia Zac Posen