Event management e agenzie di moda per bambini in Sicilia: intervista a Salvatore Di Betta

15:01:00 Giovanna Errore 0 Comments


In che direzione sta andando la Sicilia nel campo della moda e dell'event management? L'ho chiesto a Salvatore Di Betta, che da 10 anni organizza eventi in tutta l'isola e oltre.
Fondatore insieme ad Alessandro Tondo della Piccy Models, agenzia di moda per bambini, Salvatore Di Betta si occupa del settore fashion con passione e professionalità. Insieme alla Vanity Models Management di Palermo, l'agenzia si fa sempre più grande e di successo, accogliendo modelle e modelli da tutta la Sicilia e ampliando il proprio curriculum di eventi anche a Milano e alle Canarie. In questa piccola intervista tra amici abbiamo parlato di come si diventa una modella, dell'approccio alla moda e agli eventi in Sicilia rispetto al resto d'Italia, della delicata questione delle agenzie di moda per bambini. Buona lettura :)

Partiamo dalle basi: qual è stata la tua gavetta nel mondo dell'event management?
Ho iniziato ad inserirmi nel mondo degli eventi durante il mio periodo scolastico, oltre le attività legate agli studi ho iniziato dapprima partecipando come steward per eventi a cui il mio istituto scolastico aderiva, in secondo momento a gestire e a coordinare tutto lo staff e a ideare e realizzare eventi di caratura provinciale per la mia scuola. La mia gavetta (che reputo ancora in corso) è costituita dieci anni di grandi sacrifici e rinunce personali, oggi non mi sento già arrivato ad altissimi livelli, credo di poter ancora migliorare ma anche di essere sulla strada giusta, almeno così dicono.

Durante il tuo percorso in questo settore, ci sono state delle figure di riferimento, dei personaggi del mondo della moda a cui ti ispiri?
Sì, come un po’ tutti ho dei modelli da cui prendere ispirazione. Amo le storie di successo che hanno un percorso iniziale molto duro. Persone che con la giusta volontà, tenacia e spirito di sacrificio sono riusciti a creare e a realizzare i loro progetti: tra i personaggi che seguo e stimo Renzo Rosso e Federico Marchetti di Yoox.

Dimmi 3 aggettivi che ti rappresentano e come il tuo carattere ti ha aiutato (o ostacolato) nel mondo dell'organizzazione di eventi.
3 caratteristiche che sicuramente mi hanno aiutato sono state la curiosità e la volontà di sperimentare nuove idee, insieme la cura delle relazioni, a cui tengo molto. Ostacolato, non saprei... tutti i fattori in gioco in un lavoro impegnativo come questo.

Cos'è per te la cosa più importante che determina la riuscita di un evento?
Per me la riuscita di un evento è vedere tutte le parti soddisfatte dal cliente che ha ricevuto un riscontro tangibile, sia economico che soprattutto d’immagine, ai partecipanti coinvolti e entusiasti di far parte di un evento esclusivo, alla soddisfazione e gratificazione di tutto lo staff che ha collaborato. Questa per me è la riuscita di un evento: una soddisfazione totale dove tutte le parti raggiungono i loro obiettivi prefissati.

Tra i tuoi lavori c'è un evento di cui ti senti particolarmente orgoglioso?
L’evento annuale con i bambini, il nostro “Piccy”. È una gioia vedere gli sguardi dei bambini felici ed orgogliosi di quello che stanno facendo, il risconto con tutti i presenti, le foto post evento... sì, questo è un evento che mi rende orgoglioso.

Ecco, arriviamo alle note dolenti. Quello delle agenzie di moda per bambini è un argomento controverso: molti credono che sia ingiusto spingere i più piccoli in passerella. Come ti poni riguardo alla questione?
Questo è un tema a cui sono molto legato. Con la mia agenzia di moda per bambini Piccy Models ci teniamo tanto al sano divertimento del bambino durante le nostre attività. Già dai casting ci accorgiamo subito se il bambino/a è predisposto e sfila con piacere, capiamo se è il genitore ad insistere o no e questo è un aspetto a cui teniamo molto. Ti dirò che molti dei bambini, dopo aver sfilato per la prima volta, non ci hanno più lasciato. La decisione, però, spetta sempre a loro.

A proposito di modelli: a breve partirà la Milano Fashion Week: cosa serve per diventare una modella professionista? Cosa consiglieresti a una ragazza che vuole lavorare in questo ambito e magari arrivare alla fashion week?
Sì fra poco partirà quest’appuntamento, la fashion week è un momento importante per il mercato della moda nazionale ed internazionale. Ad una ragazza che è agli inizi consiglio di riflettere bene sin dall'inizio e non farsi trascinare dall'entusiasmo iniziale, perché è una carriera che nello start richiede spirito di sacrificio, carisma e allo stesso tempo visione a medio/lungo termine. Per alcune ragazze l’affermazione arriva con il giusto tempo.

La tua carriera si divide tra la Sicilia, Milano e le Canarie: trovi delle differenze nell'approccio al mondo della moda e degli eventi in questi tre posti così diversi tra loro?
Sicuramente sono delle visioni diverse fra loro, sì. In Sicilia man mano la mentalità imprenditoriale sta prendendo piede in questo settore, i partner e gli stilisti emergenti cominciano ad investire e a promuovere le proprie attività e creazioni. Milano come sappiamo è la capitale della Moda in Italia, ma la forte concorrenza estera e la richiesta sempre più esigente dei clienti, oltre la concorrenza spietata, sottopone gli organizzatori di eventi ad essere sempre al Top, e questa è una cosa che reputo molto positiva. Le isole Canarie, che amo, sono una realtà veramente in crescita sotto questo punto di vista, ogni evento è immerso nei colori e nel mondo creativo spagnolo, il turismo è crescita ci sono molti stilisti emergenti e vengono realizzati tantissimi eventi in passerella. La ricerca di figure come la mia è in crescita e il gusto italiano piace tanto.

Ultima domanda: quali sono i tuoi progetti per gli eventi di settembre e per l'autunno in generale? Cosa dobbiamo aspettarci dal tuo lavoro nell'event management?
I prossimi eventi in programma si terranno tra Agrigento, Palermo e Catania, saranno eventi legati alla moda bimbo con le presentazioni delle collezioni Autunno/Inverno 2017. Avremo anche eventi con la Vanity Models Management per presentare degli stilisti emergenti. Di questa partnership sono molto soddisfatto, con il presidente Francesco Pampa si è instaurato un ottimo rapporto di lavoro e le cose procedono abbastanza bene. Sicuramente nei prossimi mesi vedrete degli eventi di qualità e molte iniziative legate alla moda in Sicilia.



In che direzione sta andando la Sicilia nel campo della moda e dell'event management ? L'ho chiesto a Salvatore Di Betta , che da...

0 commenti: