Dondup ed Herno: i party più cool della settimana della moda di Milano

14:49:00 Giovanna Errore 1 Comments

La Milano Fashion Week non è fatta solo di sfilate, ma anche di party in cui la moda e il glamour sono sempre protagonisti. Nel nostro personale calendario della settimana della moda di Milano, due sono stati gli eventi più cool: il party di inaugurazione della nuova boutique Dondup e il cocktail di presentazione della collezione primavera estate 2017 di Herno
Dondup ha inaugurato il suo primo flagship store nel cuore del quadrilatero della moda proprio durante questa Milano Fashion Week. In via della Spiga 50, un party molto divertente e affollato di ospiti e celebrities ha accompagnato questo traguardo del brand che ha appena preso un nuovo corso anche grazie all'entrata di Matteo Marzotto al suo timone. Lo store vuole essere un vero e proprio percorso nello stile di Dondup, grazie anche alle sapienti scelte architettoniche dello studio Labics. Polvere di marmo, tele di juta e cemento accompagnano il percorso estetico e sensoriale di un acquisto unico. L’apertura della boutique coincide con il desiderio di raccontarci in modo coerente e completo - ha raccontato in un'intervista il direttore creativo di Dondup Manuela Mariotti - Dedicheremo questo spazio a progetti sperimentali in territori creativi diversi dalla moda; è il luogo ideale per svelare i codici distintivi del brand. Avremo modo di creare qualcosa di sempre nuovo assieme ad artisti, provenienti da tutto il mondo, che abbiano a loro volta voglia di comunicare la loro creatività senza vincoli o costrizioni". 








Anche il cocktail party di Herno segna un importante traguardo per il brand, che sta per spegnere 70 candeline sempre all'insegna della fantasia e della sperimentazione. Il party di presentazione della collezione primavera estate 2017 si è svolto durante la settimana della moda di Milano nel suggestivo Spazio Gessi. Qui tra piscine e giochi d'acqua, Herno ha presentato capi coloratissimi che alternano stampe fiorate e righe. Proprio l'hashtag #Hernotralerighe è stato il tema dominante di questo evento della Milano Fashion Week. Capispalla leggeri e colori brillanti si stagliavano tra cascate e luci pink che hanno scaldato un party molto glamour. Non è mancata però l'attenzione all'heritage del brand: in diversi punti della location, tramite cuffie apposite, abbiamo potuto scoprire i video realizzati da Marco De Giorgi, Angelo Stamerra Grassi, Marco Bertani. Tre corti che raccontano in maniera diversa la storia dei 70 anni di Herno, con il comun denominatore della colonna sonora firmata da Andrea Mariano dei Negramaro. 










Due diversi eventi della settimana della moda di Milano che ci hanno fatto ballare fino a tarda sera, perché la fashion week non è solo lavoro, eh! ;) 

La Milano Fashion Week non è fatta solo di sfilate, ma anche di party in cui la moda e il glamour...

1 commenti:

Come sopravvivere alle pulizie di casa quando la mamma non c'è (con l'aiuto di Dyson V8)

12:57:00 Giovanna Errore 0 Comments



Oggi voglio rendervi partecipi del dramma che si sta consumando a casa mia: mamma non c'è. Non c'è già da una settimana e non ci sarà per un'altra ancora. E mentre io ero a Milano, papà è rimasto solo a casa. Solo. Papà. Vi lascio immaginare quanto sia stato solerte con le pulizie di casa. Povero, si impegna ma... 
Così adesso che sono tornata, mi trovo in modalità casalinga disperata. Sì lo so, lo so, ho 24 anni e mi è già capitato di occuparmi delle pulizie di casa, ma mai completamente da sola. Mi sono occupata della mia stanza e del mio bagno, e poi ho condiviso l'onere delle pulizie con le varie coinquiline. Adesso sono sola, e vi giuro che mi si può definire in tanti modi ma non "la casalinga ideale". I motivi sono tanti: uno è la mia malattia cronica che chiaramente mi impone tanti limiti, e un altro è sicuramente la mia pigrizia congenita. Ce l'ho nel dna, che volete che vi dica? Il divano è il mio migliore amico. Ma in questi giorni devo comunque sforzarmi, tenere a bada le pulizie, la spesa, la cucina (la cucina!!! Santo Cielo...) e tutto quanto. 
Come fare? Sicuramente mi servirebbe il kit della casalinga disperata, cioè un insieme di strumenti che rendano la vita un pochino più semplice. Il primo che mi viene in mente è un aspirapolvere senza filo. Quanto è scomodo portarsi dietro quelle macchine infernali, pesantissime, con il filo che si attorciglia e che non è mai lungo abbastanza? Già vi sento già urlare "Usa una scopa elettrica no?" Sì, certo, ma la scopa elettrica non è abbastanza potente. Va bene per raccogliere le briciole sotto il tavolo, ma non per le pulizie di casa vere e proprie. Ci vuole un oggetto potente come il miglior aspirapolvere, leggero come una scopa elettrica, flessibile, adatto a ogni superficie. Oppure una bacchetta magica. Se non siete fan di Harry Potter, provate con l'aspirapolvere Dyson V8. Si tratta di un prodotto nuovissimo, creato dopo anni di studi sulle esigenze delle casalinghe disperate come noi. Dyson V8 ha un'aspirazione potentissima, lo possiamo usare sia su diversi pavimenti che sui tappeti, ha una batteria doppia rispetto ai modelli precedenti (40 minuti di autonomia). E poi è il miglior aspirapolvere senza fili in circolazione per le sfaticate pigrone debolucce come me: pesa solo 2,6 kg! L'aspirapolvere Dyson V8 è anche dotato di tanti accessori che lo rendono adatto a tutte le pulizie e che si sganciano rapidamente e con facilità (sempre per le sfaticate debolucce di cui sopra!)
Insomma, forse non ci trasformeremo nella casalinga ideale, ma possiamo rendere le pulizie di casa un po' più leggere, che dite? 
Vi lascio il video di presentazione dell'aspirapolvere Dyson V8 e il link per approfittare di un'offerta esclusiva di Dyson (valida fino al 5 ottobre 2016) ;)











Oggi voglio rendervi partecipi del dramma che si sta consumando a casa mia: mamma non c'è . ...

0 commenti:

Milano Fashion Week settembre 2016: le romantiche ninfe di Luisa Beccaria

17:57:00 Giovanna Errore 1 Comments



Oggi vi racconto la sfilata di Luisa Beccaria, uno dei miei eventi preferiti durante la Milano Fashion Week di settembre 2016. Luisa Beccaria è una stilista che adoro, la sua estetica sognante che prende spunto dall'arte e dalla poesia mi conquista ogni stagione. Per questo ero particolarmente emozionata quando ho ricevuto il suo invito per la settimana della moda di Milano
The nymph affair è il titolo della collezione primavera estate 2017 che Luisa Beccaria ha portato in passerella, anche questa volta ispirandosi all'arte: una collezione tutta dedicata ai toni dell'acqua e a quelli delle ninfee che si riflettono delicatamente sulla superficie, come in un quadro di Monet. Tessuti leggerissimi e sapienti trasparenze imitano i giochi di luce e di riflessi su un uno specchio d'acqua, dando vita a una creatura fatata ed eterea. La donna che Luisa Beccaria ha presentato alla Milano Fashion Week, però, non è estranea alla realtà. I completi per il giorno in lino effetto denim sono contemporanei ma mantengono quell'allure di sogno che pervade la collezione. Lunghe gonne fluttuanti si alternano a shorts e crop top, illuminati da fili di lurex e ricami sangallo. La sera è il momento in cui avviene la vera magia: lievissima, l'organza si accende di tutte le tonalità acquatiche, dal turchese al pervinca passando per il verde acqua, punteggiati da fiori delicati e romantici. Le maniche si aprono a mantella, un trend che diventerà una vera ossessione per la prossima stagione. Abiti fluidi e tuniche leggerissime rendono questa collezione primavera estate 2017 quasi impalpabile. 
Queste incantevoli ninfe dei boschi, che fanno magie contemporanee, hanno incantato tutti i presenti, me compresa. Chepeau a Luisa Beccaria, che anche in questa settimana della moda di Milano ha saputo portare una donna dalla femminilità aggraziata ed elegante come poche. 

Ph. Carlo Pantaleo


















Oggi vi racconto la sfilata di Luisa Beccaria , uno dei miei eventi preferiti durante la Milano ...

1 commenti:

Settimana della moda di Milano: la collezione Patrizia Pepe 2017

11:40:00 Giovanna Errore 3 Comments


Prosegue il mio racconto della Milano Fashion Week 2016, stavolta con la collezione Patrizia Pepe 2017
Tra gli eventi della settimana della moda di Milano, come sapete, non ci sono solo sfilate ma anche presentazioni, party e cocktail in cui case di moda e stilisti mostrano alla stampa le loro proposte per la prossima primavera estate. Il primo giorno della mia Milano Fashion Week, dopo la sfilata di moda di Grinko, è proseguito proprio all'evento Patrizia Pepe. La collezione primavera estate 2017 è stata presentata in un cocktail party giocoso e coloratissimo, che rispecchiava il mood di stagione Desert Flowers Festival. Proprio così: la prossima stagione calda si proietta nel deserto, ma non immaginate colori sabbiosi e panorami aridi. Qui siamo nel bel mezzo di un festival musicale, di quelli in cui basta un gruppo di amiche, un abito leggerissimo e una coroncina di fiori per ballare a piedi nudi tutta la notte. 
La collezione Patrizia Pepe gioca sui colori pastello, dal delicato desert rose al vitaminico light green passando per un vivace flower coral e per tonalità fluo che accendono anche la notte nel deserto. I materiali sono lievi e impalpabili, adatti a chi vuole vivere in pieno sole e sentirsi libera di muoversi, correre e ballare. La fluidità del jersey, la leggerezza del lino e del satin, la consistenza materica di pizzo e lavorazioni jaquard in lurex si mescolano a denim e pelle, da sempre i tessuti preferiti del brand. Immancabili nella collezione Patrizia Pepe 2017 gli accessori: alla serie ormai iconica Locket si aggiungono borse dai materiali più fluidi, anch'essi declinati in nuance pastello e tonalità brillanti. Tra le calzature spiccano le zeppe in pelle stampata o in sughero che, insieme alle espadrillas, accentuano il richiamo agli anni '70 che pervade la collezione. 
Il mio capo preferito della primavera estate 2017 di Patrizia Pepe? Gli abiti e le gonne high-low in mussola arcobaleno, capaci di portare alla settimana della moda di Milano tutto il sole dei festival estivi. Semplicemente irresistibili.  

Ph. Carlo Pantaleo









Prosegue il mio racconto della Milano Fashion Week 2016 , stavolta con la collezione Patrizia Pep...

3 commenti:

Milano Fashion Week: la sfilata di moda SS17 di Sergei Grinko

18:19:00 Giovanna Errore 3 Comments



Si chiama Hard-core revolution la collezione che ha inaugurato il calendario della Milano Fashion Week. Come la scorsa edizione, anche quest'anno la mia settimana della moda di Milano è partita dalla sfilata di moda primavera estate 2017 firmata Sergei Grinko. Questo giovane stilista anglo-russo ha presentato per la prossima stagione una moda ricca di contrasti e di colti riferimenti artistici. Allo streetwear si mescolano spunti dalla New York anni '60, dalla Londra minimalista anni '90, dettagli psichedelici e materiali innovativi, accostati in soluzioni uniche. La collezione primavera estate 2017 parte fibre naturali come cotone, seta e lino e le sovrappone a materiali tecnici, viscosa e applicazioni in plastica trasparente. Broccati fané anni '60 si sposano al denim e abiti iperfemminili si abbinano ad accessori streetwear. Anche i volumi si combinano in maniera sorprendente: abitini in tessuti stretch con ampie maniche a palloncino, abiti fluidi, pantaloni rubati allo sportswear con top preziosi. La palette di colori pastello varia dall'indaco al viola, dal pistacchio al rosa fragola, resi quasi surreali dai bagliori iridescenti delle organze di seta. 
La rivoluzione hard-core di Sergei Grinko si esprime in una totale libertà di espressione, che mescola ispirazioni diverse per creare uno stile unico dal gusto contemporaneo. Protagonista della collezione, la coccinella disegnata dalla graphic artist Irina Matyuschenko, ispirata allo stile dei cartoon Hentai. Lo stilista è stato capace di aprire la Milano Fashion Week 2016 con una sfilata di moda sorprendente, confermandosi uno dei nomi più interessanti del panorama fashion italiano. 
Rimanete connessi per tutte le novità avvistate alla settimana della moda di Milano!

Ph. Carlo Pantaleo













Si chiama Hard-core revolution la collezione che ha inaugurato il calendario della Milano Fas...

3 commenti: