Look Capodanno 2017: 16 vestiti e accessori per brillare

12:12:00 Giovanna Errore 1 Comments



Come vestirsi a Capodanno? Dopo i bagordi di Natale, sono sicura che tutte vi stiate ponendo questa domanda! Avete già deciso come festeggiare la prima notte dell'anno? Party in discoteca o festa a casa con gli amici? Cenone in famiglia o veglione in un locale super cool? Qualunque sia il vostro progetto per la notte più divertente dell'anno, bisogna scegliere un look per Capodanno 2017 che vi renda protagoniste. E cosa c'è di meglio di un vestito di paillettes per brillare tutta la notte? Avete ancora qualche giorno per creare il perfetto outfit di Capodanno, seguendo le tendenze della moda autunno inverno 2016-17 e personalizzando il tutto con un tocco originale. Ecco qualche accorgimento per essere luminose senza somigliare a una palla da discoteca!

- Scegliete il modello che fa per voi: bisogna conoscere il proprio corpo per poter indovinare la silhouette giusta e trovare il perfetto outfit di Capodanno, che vi permetta di ballare liberamente tutta la notte. Un abito glitter aderente o un modello a ruota? Scegliete la linea che metta in risalto la vostra figura e tutti gli occhi saranno puntati su di voi. 

- Se non amate attirare l'attenzione, sarà meglio evitare un vestito full paillettes: puntate su un accessorio sparkling che illumini con discrezione il vostro outfit di Capodanno. Un paio di scarpe con tacco assassino o le ballerine a punta, una preziosa clutch o un gioiello luminoso, a voi la scelta. 

- Se invece siete le regine della festa, potete scatenarvi con tessuti metallizzati e brillantini oll-over, di gran tendenza sia tra le griffe che nei negozi lowcost. Che sia un abito o un top scollato, il vostro look per Capodanno 2017 sarà il più bello della festa! 

Ricordate: chi brilla a Capodanno, brilla tutto l'anno ;)

Sfogliate la gallery per scoprire i 16 vestiti e accessori per un Capodanno indimenticabile!



Come vestirsi a Capodanno? Dopo i bagordi di Natale, sono sicura che tutte vi stiate ponendo questa domanda! Avete già deciso come fest...

1 commenti:

Addio a Franca Sozzani, leggendario direttore di Vogue Italia che ha creduto in me

11:41:00 Giovanna Errore 0 Comments


Non è facile scrivere questo post e commentare la morte di Franca Sozzani. Ieri pomeriggio, stavo per uscire a comprare gli ultimi regali di Natale quando su facebook mi è arrivata una notifica. «Ragazzi, ma Franca Sozzani è morta?» era scritto sul gruppo facebook dei "suoi" ragazzi. Una community di appassionati di moda e di giornalismo che lei stessa ha creato, scrivendo ogni giorno il suo Blog del Direttore su Vogue.it. Su quelle pagine virtuali ci invitava alla riflessione, proponeva concorsi e iniziative, incoraggiava il nostro talento. Chiedeva la nostra opinione su un giovane stilista, sulle sfilate della stagione in corso, su iniziative benefiche, su fatti d'attualità, sul rapporto tra moda e social network, pubblicità e forme di comunicazione, talento e fortuna. Ci ascoltava, soprattutto. 
Franca Sozzani, leggendario direttore di Vogue Italia dal 1988 e poi di tutti i periodici Vogue, era molto lontana dallo stereotipo proposto ne Il diavolo veste Prada. Intransigente e perfezionista, sì, soprattutto con sé stessa, era però capace di ispirare, di confrontarsi, di invogliare al dialogo costruttivo e soprattutto di accendere ogni più piccola scintilla creativa. Ogni mattina aprivo la pagina di Vogue Italia, cercavo il suo post sul Blog del Direttore e mi sedevo a scrivere. Solo grazie a lei ho vissuto l'intensa, indescrivibile emozione di leggere la mia firma tra le pagine (cartacee e virtuali) di Vogue Italia, per ben 8 volte tra l'agosto del 2014 e il febbraio del 2016. Franca Sozzani aveva a cuore i "suoi" ragazzi della community di Vogue. Ci invitava a scrivere, sempre, ad alimentare quella scintilla creativa che lei stessa aveva acceso. Laddove leggeva del talento, delle buone idee, un punto di vista diverso sulle cose, coglieva le nostre riflessioni e le nostre opinioni e le pubblicava su Vogue
Franca Sozzani ha rivoluzionato il giornalismo di moda in Italia e nel mondo. Sempre pronta a scatenare indignazione e riflessione, in barba a chi pensa che Vogue sia una lettura superficiale. Sempre pronta a cogliere le novità, a reinventare la rivista più patinata che ci sia. Sempre pronta a scovare e incoraggiare il talento di giovani sognatori, che fosse nella moda, nella fotografia o nella scrittura. Tre recensioni di sfilate su Vogue Italia e L'Uomo Vogue e cinque personaggi della Vogue Encyclo portano la mia firma solo perché lei, tra mille, ha letto le mie parole e ha detto «Sì, questa è una riflessione a cui voglio dare voce». Almeno, voglio credere che sia così. 
Addio Franca, ti devo tanto. Non dimenticherò le tue parole. 




Non è facile scrivere questo post e commentare la morte di Franca Sozzani . Ieri pomeriggio, stavo per uscire a comprare gli ultimi regal...

0 commenti:

Cosa regalare al fidanzato a Natale: 10 idee regalo per lui firmate Canali

18:20:00 Giovanna Errore 3 Comments

Confessate: siete in ritardo sulla tabella di marcia per i regali di Natale 2016? Oppure vi siete portati avanti e avete già tutti i pacchi e pacchetti acquistati da mesi? Io ovviamente faccio parte della prima categoria: i procrastinatori. Procrastinatori e perfezionisti, perché quando ormai mancano pochi giorni al Natale pretendiamo anche di trovare regali originali per ogni membro della famiglia e per tutti gli amici e conoscenti. Se fare un regalo a una donna è abbastanza semplice, conoscendone i gusti o scegliendo doni basic che possano piacere a tutte, il vero dilemma delle feste è cosa regalare al fidanzato, al papà, al fratello, al migliore amico. Insomma, trovare idee regalo per Natale originali per lui. Per questo oggi voglio dedicare questa giornata a voi, piccoli elfi di Babbo Natale che ancora arrancate tra un sito di e-commerce e un centro commerciale alla ricerca del dono perfetto per i vostri uomini: a voi la lista dei 10 regali di Natale per lui firmati Canali. Dettagli di stile di un brand che da 80 anni porta in alto il nome del made in Italy nel panorama della moda uomo

1.      Il portafogli da uomo.  Se vi sembra un dono banale o poco apprezzato, dovrete ricredervi. Utile ed elegante, in pelle di vitello dall’intramontabile colore nero, ha ben 14 tasche per carte di credito e scontrini vari: il perfetto regalo di Natale per papà, che deve gestire tutti i conti di famiglia.

2.      gemelli dal design contemporaneo. Questi piccoli gioielli sono il dettaglio da dandy che farà impazzire l’amico fashion addicted. La forma esagonale dona un tocco moderno a un accessorio da uomo classico, decorato in smalto blu, marrone e ottanio.

3.      La camicia stampata. Ecco un’altra idea regalo per un lui molto attento alle tendenze. Secondo i dettami della moda uomo 2017, la camicia slim un po’ hipster è stampata a microfiori colorati. Canali la propone in flanella di cotone, dalla linea asciutta e moderna.

4.      La classica cravatta. Accessorio must have nel guardaroba maschile, la cravatta è uno dei più classici regali di Natale per lui. Sceglila in una fantasia elegante come il pied de poule e con tonalità di tendenza: burgundy e blu notte.

5.      guanti che più caldi non si può. Cosa regalare a Natale al fidanzato unendo stile e praticità? Un accessorio che lo terrà al caldo tutto l’inverno (e ti eviterà carezze con mani gelate)! I guanti in nappa d’agnello sono rivestiti in morbido e caldissimo cashmere.

6.      Scarpe da uomo. Ecco un regalo di Natale per un lui che conosci veramente bene: regalare un paio di scarpe è una cosa molto personale. Scegli i mocassini da sera in velluto nero e lui sarà pronto per le occasioni più eleganti.

7.      Il pratico zaino. I regali di Natale originali e utili sono sempre i più graditi: con il backpack Canali in vitello dall’innovativo disegno carbonio accontenti sia il suo spirito avventuroso che il suo desiderio di distinguersi. Con le numerose tasche e zip, potrà portare con sé tutto ciò che gli occorre.

8.      Il maglione con lavorazione a treccia. La moda inverno maschile non può farne a meno: il maglione di lana riscalda con stile ed è indispensabile, dal lavoro al tempo libero. Questo ha la classica lavorazione a treccia, collo a cratere ed è in una calda tonalità senape.

9.      La borsa per l’ufficio. Il regalo di Natale per papà o per tuo marito è servito. Una borsa per l’ufficio comoda e capiente realizzata in vitello bottolato bordeaux lo accompagnerà ogni giorno al lavoro, ricordandogli che ha una figlia/moglie/fidanzata davvero fantastica!

10.  Infine, cosa regalare per Natale al fidanzato che non si intende di moda ma adora la tecnologia? Lascia perdere l’abbigliamento e scegli le cuffie in edizione limitata PRYMA per Canali. Un design raffinato e l’eccezionalità delle pelli italiane incontrano la qualità audio di Sonus Faber. 


Confessate: siete in ritardo sulla tabella di marcia per i regali di Natale 2016 ? Oppure vi siete portati avanti e avete già tutti i pacch...

3 commenti:

Il colore Pantone 2017 è il verde greenery: il mio incubo diventa realtà

11:50:00 Giovanna Errore 4 Comments



Ebbene sì, pochi giorni fa il famoso Color Institute ha decretato il colore Pantone 2017: verde greenery. Che sarebbe la rappresentazione grafica di tutti i miei incubi. Io odio il verde (tranne nelle tonalità verde acqua e petrolio), lo odio con tutto il mio cuore. Capiamoci: va bene nei giardini e nei boschi, ma raramente sui miei vestiti e mai mai mai su mobili e complementi d'arredo. Purtroppo, però, so già che quest'anno mi toccherà vederlo ovunque, e sto già progettando di saltare il 2017 a pie' pari, ci rivediamo nel 2018 e tanti cari saluti. Il verde greenery infatti è già comparso sulle passerelle della moda primavera estate 2017, con la sua carica di vitalità e di energia che a me personalmente fa venire il voltastomaco. Aiuto. 
Sul sito ufficiale del Pantone Color Institute si legge che «il Greenery è la ricerca della passione e della vitalità personale». Si tratta infatti di una tonalità che invita alla rinascita, dopo la ricerca di tranquillità che rosa quarzo e azzurro serenity ci hanno suggerito durante il 2016. Il Pantone Colour of the Year 2017 ha già diviso giornalisti, opinion leader e fashion victim, tra elogi della sua carica vitale e lamentele sulla scarsa portabilità di questa nuance. Gli stilisti però sembrano d'accordo con Pantone: questo verde brillante ma non acido, con una punta di giallo, che invita alla rigenerazione e al contatto con la natura, è stato utilizzato ampiamente nelle collezioni primavera estate 2017. Con buona pace di chi, come me, il verde greenery non lo indosserà mai. 
"Chi di verde si veste, di sua beltà si fida", recita un detto popolare. E i detti popolari hanno sempre ragione, quindi io giuro solennemente che non comprerò mai nulla di questa tonalità. Ciò nonostante, se qualcuno di voi si sentisse tanto coraggioso da voler fare scorpacciate di verde greenery, ecco una carrellata di look che abbiamo visto sulle passerelle della moda primavera estate 2017

Arthur Arbesser

Delpozo
 
Emanuel Ungaro

Emilio Pucci

Etro

Gucci

Haider Ackermann

Lacoste

Missoni

Dsquared2

Ebbene sì, pochi giorni fa il famoso Color Institute ha decretato il colore Pantone 2017: verde greenery . Che sarebbe la rappresentazio...

4 commenti:

Come vestirsi a Natale: i 20 maglioni natalizi più fighi del 2016

12:57:00 Giovanna Errore 2 Comments



In principio fu Mark Darcy. L'avvocato interpretato da Colin Firth (eh...) che conquista Bridget Jones indossando un ridicolo, adorabile, assurdo maglione di Natale con una gigantesca renna. Uno dei momenti più alti della storia della moda e del cinema. Da allora niente è stato più lo stesso nella moda inverno. Perché se quel gran figo di Colin Firth può apparire sul grande schermo con il maglione natalizio scelto dalla mamma, possiamo farlo anche noi. L'interrogativo come vestirsi a Natale? ha trovato finalmente risposta: con un ridicolo, adorabile, assurdo maglione. Di cashmere, magari. O comunque di lana, caldissimo e tempestato di fiocchi di neve, renne e faccioni di Babbo Natale. 
Scherzi a parte, il maglione con la renna di Mark Darcy ha davvero dato vita a un movimento e perfino a una festa: il Christmas Jumper Day, celebrato il 16 dicembre nel Regno Unito e da quest'anno approdato anche in Italia, grazie all'iniziativa solidale di Save the Children. Clicca su christmasjumperday.it per tutte le informazioni in merito!
In ogni caso, tutte le catene di moda lowcost propongono ogni anno i loro maglioni di Natale per rallegrare le nostre feste, ma anche le grandi griffe hanno preso sul serio la questione dei maglioni natalizi. Un po' più sobri, a motivi norvegesi o con discreti fiocchi, oppure con file di paillettes e immense stampe di pupazzi di neve molto kitsch. L'importante è che ci facciano sentire appieno l'atmosfera del Natale in famiglia, del calore e della gioia di tornare un po' bambini senza preoccuparci del giudizio altrui. D'altra parte, come Mark e Bridget insegnano, un maglione natalizio può perfino farti trovare l'amore. 
Allora, in definitiva, come vestirsi a Natale? Ecco i 20 maglioni di Natale più fighi (o più ridicoli) che sono riuscita a scovare per tutte le tasche!

Da sinistra: Asos, Fashion Union

Closed, Gap, Geek Core

H&M, Paul&Joe, M&Co

Only & Sons, Pier One, Only. Tutto su Amazon.it

Primark, Pull&Bear, Primark

Zalando, Romwe, Tally Weijl

Saint Laurent, Topshop, Vanessa Bruno Athé

In principio fu Mark Darcy . L'avvocato interpretato da Colin Firth (eh...) che conquista Bridget Jones indossando un ridicolo, ad...

2 commenti:

Inverno 2016: cogli la natura con le tisane Bonomelli

11:33:00 Giovanna Errore 1 Comments


Bring me the sunset in a cup” scriveva Emily Dickinson a metà del 1800. Portami il tramonto in una tazza. Una tazza fumante di camomilla o tisana, che racchiuda nella dolcezza del liquido ambrato sensazioni ed emozioni. 
Per me il momento della tisana è un must della giornata durante tutto l’anno ma soprattutto, ovviamente, in inverno. Uno spazio di relax in cui farmi avvolgere dal calore e dai sapori, dai profumi e dalla sensazione di casa. Casa mia, tra parentesi, l’ho lasciata qualche giorno fa. Ho lasciato la mia Sicilia per costruirmi una vita mia. Ho lasciato il tramonto sul mare e gli alberi di limone, il profumo degli olivi e il luccichio delle onde che, dalla finestra della mia stanza o dal bagnasciuga, mi hanno sempre fatto pensare “questa è casa”. Il mio paesaggio invernale un po’ atipico ma tanto, tanto amato. E adesso casa è da un’altra parte, anzi in questo momento da nessuna parte visto che sto ancora cercando un appartamento. Ma una cosa sono riuscita a farla: a portarmi il tramonto in una tazza di camomilla Bonomelli. L’inverno 2016 non sarà scandito da pomeriggi in spiaggia, a farmi scaldare da una tisana bollente mentre osservo il mare gelido ma sempre amico, sempre casa. Non ci saranno finestre che si spalancano su un giardino di alberi di limone e non ci sarà il profumo delle arance che più siciliano di così non si può. Però ci sono quelle bustine che racchiudono tutto questo. Le immergi in una tazza fumante e tiri fuori tutta la dolcezza dell’inverno, e non importa dove ti trovi. 
La calma rassicurante della camomilla, il profumo aspro del limone e dell’arancia, perfino, in un momento di cambiamenti e di stress come questo, il potere rilassante di valeriana, melissa e passiflora. Nel bel mezzo della ricerca per la casa, per il lavoro, per la costruzione di una vita tutta nuova, Bonomelli mi regala uno spazio di relax. Insieme alle poesie di Emily Dickinson, che sapeva bene cosa volesse dire cercare il tramonto in una tazza, e al Colonnello Brandon di Ragione e Sentimento. Ché con lui accanto non puoi che sentirti rassicurata.
Cogli tutti i sapori, i profumi e le sensazioni della natura con le tisane Bonomelli sul sito web ufficiale















Buzzoole

“ Bring me the sunset in a cup ” scriveva Emily Dickinson a metà del 1800. Portami il tramonto in una tazza . Una tazza fumante di camomi...

1 commenti:

Born To Read box: regali di Natale (e non solo) per amanti dei libri

17:55:00 Giovanna Errore 6 Comments


Quanti libri avete comprato durante questo benedetto Black Friday? Dai, confessate: vi vedo già con le manine a battere sulla tastiera cercando gli affari del secolo, perché anche se avete una lista lunga quanto la Salerno-Reggio Calabria di libri da leggere, ne volete ancora. Lo so, lo so, vi capisco. Ci sentiamo persi, avvertiamo la nostra vita vuota e senza scopo se allineati in libreria non vediamo un'infinità di libri da leggere. Ma non solo: noi lettori 2.0 vogliamo tutto. Nulla al mondo potrà sostituire il profumo dell'inchiostro e il frusciare dei fogli di carta, ma non ci basta. Ci immergiamo nelle storie talmente tanto da sviluppare un'ossessione per tutto ciò che le riguarda. Almeno, spero sia così anche per voi, perché io da quando ho conosciuto Piton in Harry Potter... beh, lo sapete. 
Questa confessione dei miei disturbi ossessivi ci porta dritti dritti all'argomento del giorno: le subscription box. Non sapete di cosa si tratta? Sono scatole "a sorpresa", contenenti vari prodotti che ruotano intorno a un tema. Una vera mania nei paesi anglosassoni, che da poco è arrivata anche in Italia per soddisfare i nostri desideri. Esistono box dedicate al make up, alla cucina, ai videogiochi, e ovviamente ai libri! Come funziona? Ordinate una box oppure sottoscrivete un abbonamento mensile, e a casa vostra periodicamente arriverà questo pacchetto carico di meraviglie sconosciute. Se ci pensate, è come quando da bambini la mamma ci comprava la busta a sorpresa in cartoleria. Ecco, finalmente è arrivata una subscription box italiana per noi topini di biblioteca, che non possiamo vivere senza tutti i gadget sui classici che amiamo o sugli ultimi libri usciti. Il servizio si chiama Born To Read box, è nato da poco e ogni mese propone una scatola a tema con oggetti "librosi". Ho ricevuto la mia box la settimana scorsa, ed è molto particolare: la deliziosa ragazza che si cela dietro l'idea di Born To Read, infatti, ha inserito nella box di novembre a tema Regine del Fantasy anche alcuni oggetti dell'edizione di settembre, dedicata a Hogwarts. Ve l'avevo detto, ho un problema con il professor Piton: devo avere tutto ciò che lo riguarda. Non giudicatemi. 
Insomma, ecco a voi tutti i regali di Natale in anticipo che ho ricevuto nella mia Born To Read box!



Questa cartolina con la scritta "She was every inch a queen", la frase di lancio della serie tv rivelazione di Netflix The Crown, ci fa immergere nell'atmosfera regale di questa box. Non si tratta, però, solo di una bella grafica: sul retro della cartolina troviamo i link per scaricare dei contenuti multimediali. The quill è la rivista digitale ideata appositamente per Born To Read: qui leggiamo interviste ad autori e blogger, suggerimenti sui prossimi libri da leggere e approfondimenti sul tema del mese. 



La cartolina rivela anche un altro segreto, forse l'oggetto più prezioso della box di novembre: il link per scaricare l'ebook "Il principe e la neve" con tanto di autografo dell'autrice Angela C. Ryan. Si tratta di un fantasy, che già dalla sinossi promette grandi cose e che sono sicura mi appassionerà. 



Non so se conoscete la mia ossessione (un'altra, sì) per Alice nel Paese delle Meraviglie. Lo adoro, adoro il nonsense di Lewis Carroll, adoro il cartone della Disney, adoro il film di Tim Burton. Possiedo una collezione di abiti e accessori ispirati ad Alice & co., che oggi si arricchisce di questi orecchini della Regina Rossa. Sono stati realizzati per Born To Read dalla designer di Librinonlibri, che tra l'altro realizza borse ricavate da vecchi libri. Non sto suggerendo al mio fidanzato di farmi un regalo di Natale, no. 



E ancora nella box a tema Regine Fantasy ho trovato un'agendina con la copertina di "The legacy of the Glyn Queen", costellata di citazioni dalla trilogia di Erika Johnson; uno specchietto con una citazione da "Red Queen" di Victoria Aveyard realizzato da Wonders' Clouds e una borsa con una citazione dal "Trono di Ghiaccio" di Sarah Maas. Insomma, i migliori tra gli ultimi libri usciti, se amate il genere. 




Bene, finite le meraviglie sulle Regine del Fantasy posso mostrarvi anche i regali a tema Hogwarts che ho ricevuto. Conoscendo bene la mia passione per il professor Piton... cioè... volevo dire, per lo studio delle Pozioni, la magnifica creatura che crea e impacchetta le box ha fatto casualmente scivolare dentro la mia una copia di Pozioni Avanzate. Sì, il libro su cui Severus Piton prendeva appunti per i suoi esperimenti... ehm... poco ortodossi, diciamo così, e che Harry trova in Harry Potter e il Principe Mezzosangue. Si tratta in realtà di un reading journal, cioè un diario di bordo in cui segnare i prossimi libri da leggere, cosa ci ha colpito in ogni romanzo, citazioni e opinioni. Una cosa veramente da topini di biblioteca, Severus è così contento. Guardatelo, con il suo testone tondo: quasi sorride. Quasi. Comunque, nella box c'era anche una borsa con la citazione più famosa e più adorabile dell'intera saga di Harry Potter, e una spilla da Prefetto di Grifondoro. E adesso me ne vado in giro per Hogwarts a far rispettare la legge, capito? 






Che ve ne pare di queste subscription box? State già inserendo quella di dicembre nella lista dei regali di Natale? Fatevi un giretto sul sito di Born to Read per ulteriori informazioni, e buone letture!

Quanti libri avete comprato durante questo benedetto Black Friday? Dai, confessate: vi vedo già con le manine a battere sulla tastiera c...

6 commenti: